1 luglio 2016. - In tale data la Congregazione delle Cause dei Santi ha emesso il Decreto di Validità della Causa di beatificazione del Servo di Dio Raffaele Gentile. Ora si passa alla costruzione della Positio super vita, virtutibus et fama sanctitatis

domenica 16 giugno 2013

5. RAFFAELE GENTILE: L'HUMANITAS

Secondo Convegno - Catanzaro, Palazzo Arcivescovile, Aula Sancti Petri, 26 novembre 2011

La Famiglia Gentile: Camillo, Susy, Elisa, Arc. Bertolone, Maria

BLOG su Raffaele Gentile     CONVEGNI su Raffaele Gentile     BIOGRAFIA di Raffaele Gentile      


Servizio televisivo sul Convegno 

1. L'humanitas di RAFFAELE GENTILE : Riflessione di Mons. Vincenzo Bertolone Gloria.tv

 2. L'humanitas di RAFFAELE GENTILE : Riflessione di Mons. Raffaele Facciolo   Gloria.tv

 3. L'humanitas di RAFFAELE GENTILE : Riflessione dell'On. Rosario Chiriano    Gloria.tv

4. L'humanitas di RAFFAELE GENTILE : Riflessione del Dott. Antonio De Marco    Gloria.tv

5. L'humanitas di RAFFAELE GENTILE : Riflessione di Luigi Mariano Guzzo    Gloria.tv

 6. L'humanitas di RAFFAELE GENTILE : Riflessione di Sebastian Ciancio e ...    Gloria.tv

7. L'humanitas di RAFFAELE GENTILE : Riflessione di Mons. Antonio Cantisani   Gloria.tv



Breve profilo del Dr. Raffaele Gentile


La Chiesa di Catanzaro-Squillace dal 2004, anno della sua morte, ha posto una particolare attenzione alla figura esemplare del signor Raffaele Gentile, sposo e padre esemplare, medico, giornalista, politico, insegnante, scrittore, fondatore dell’Associazione dei medici Cattolici di Catanzaro e Presidente diocesano dell'Unione Uomini di azione cattolica. Per approfondire la sua esistenza esemplare, in vista della possibile apertura della causa di beatificazione, sono stati editi due volumi con titolo significativo: Una vita per amore – Dr. Raffaele Gentile - Vol. I Il pensiero, - Vol. II Le testimonianze. Dal 2010 opera un Comitato scientifico e organizzatore di Studi e Ricerche “Raffaele Gentile”, di cui è presidente l’Arcivescovo emerito Mons. Antonio Cantisani. Già sono stati svolti tre convegni: Tra memoria e profezia, Humanitas, Salus, cui seguirà Civitas.
Le ricerche e la fama di santità del dottore Gentile sono tali che presto potrebbe essere avviata la Causa di beatificazione.   
Nato a Gemona del Friuli il 28 novembre 1921, morto a Catanzaro il 18 dicembre 2004, il dottore Raffaele Gentile è stato un medico che nelle azioni e nelle opere è apparso come un profeta che ha servito Cristo nei poveri e nei derelitti: con grande disponibilità e con animo sensibile e caritatevole ha consolato e curato i malati. Girava per Catanzaro in maniera infaticabile con la sua auto, per assistere i suoi ammalati e offrire loro una speranza di guarigione. Di lui ha affermato l’attuale presidente dell’Associazione dei Medici cattolici, Dott. Federico Bonacci: “Il sentimento religioso non è stato da Raffaele Gentile vissuto in una dimensione intimistica, relegato nella sfera del privato, ma la Fede ha permeato la sua esistenza, non solo improntandone l’agire professionale, ma costituendo la linfa vitale dell’impegno sociale e politico”. Questo sentimento religioso si nutriva di Eucaristia, di devozione mariana, di Parola di Dio e di un senso vivo della Chiesa, segno sacramentale di Cristo per un mondo di verità e di giustizia. Il suo zelo di apostolo non è andato certamente a svantaggio del suo essere medico: ha ricoperto incarichi di vertice per circa 50 anni, in molteplici settori della sanità pubblica e del privato no profit (Ospedale, I.N.P.S., Croce Rossa Italiana, opera Pia In Charitate Christi), con impegno costante e profondità dottrinale, e ha ricevuto da più parti riconoscimenti, anche a livello nazionale. Nel secondo dopoguerra, in un’epoca in cui la sanità non era alla portata di tutti, Raffaele Gentile, vero angelo dei malati, svolgeva amorevolmente la sua professione medica nei popolosi quartieri del centro cittadino, pronto ad accorrere a ogni chiamata, a qualsiasi ora ed in qualunque circostanza, senza nulla pretendere in cambio, ricordando in questo il Santo medico Giuseppe Moscati, di cui era tanto devoto e a cui egli dedicò la sezione AMCI (Associazione Medici Cattolici Italiani) di Catanzaro, da lui creata l'11 febbraio 1961 presso il Seminario Teologico "San Pio X" di Catanzaro e di cui fu primo Presidente sezionale fino la 1983.
Dal 1985 Presidente onorario. Quando gli altri si rifiutavano, quando il caso era difficile, quando il paziente non aveva possibilità di ricompensare il medico, egli prestava la sua opera e assistenza.
A nove anni dalla sua morte tanti catanzaresi di tutte le estrazioni sociali ancora lo ricordano con affetto e devozione come un professionista cristiano che ha vissuto la sua vocazione alla santità nell’umile e attento servizio agli umili, in famiglia come sposo fedele e padre affettuoso e nella Chiesa, da figlio devoto, mettendosi al suo servizio nelle diverse mansioni a lui assegnate.


Articolo di Guido Mauro

CATANZARO 23 NOV. 2011 - Nel 1921 nacque a Catanzaro un uomo che, lasciandosi riempire dal Signore, lasciò trasparire la potenza della misericordia divina nella vita quotidiana di ogni persona, specialmente se povera e malata: si tratta del dott. Raffaele Gentile, medico, giornalista e consigliere comunale. Nel corso della sua lunga vita terrena, connotata da una forte spiritualità cristiana e da una limpida coerenza morale, egli seppe offrire tutte le sue energie umane, le sue alte capacità professionali ed il suo autentico impegno socio-politico per la crescita della sua città, chiamata perciò a mantenere sempre viva la propria gratitudine. Dal 18 dicembre 2004, giorno del compimento del suo cammino terreno, tutti coloro che lo hanno conosciuto portano impressa nel cuore una grande esperienza ed una profonda impronta di quell’amore vero di origine divina che porta al dono gratuito di sé e alla progressiva diffusione di ciò che è buono e giusto.
Per ricordare la poliedrica figura di questo illustre medico catanzarese e diffonderne la conoscenza, il Comitato scientifico di Studi e Ricerche dell’Arcidiocesi Metropolitana di Catanzaro-Squillace, a lui intitolato e presieduto dall’Arcivescovo emerito S.E. mons. Antonio Cantisani, ha organizzato una serie di 5 Convegni annuali sul tema “Raffaele Gentile tra memoria e profezia”: il primo si è svolto nel 2010 ed è stato incentrato sugli aspetti biografici generali; il secondo avrà luogo nell’Auditorium “Sancti Petri” del Palazzo Arcivescovile di Catanzaro alle ore 10,00 di sabato 26 novembre 2011 e sarà incentrato sulla “humanitas”, cioè sui suoi rapporti umani e familiari; nel terzo, che si svolgerà nel 2012, l’oggetto dell’approfondimento sarà la “salus”, cioè gli aspetti inerenti alla salute e alla sua vita professionale di medico, indissolubilmente legata all’Opera Pia “In Charitate Christi” (oggi Fondazione “Betania”); nel quarto, che si svolgerà nel 2013, si tratterà della “civitas”, cioè del suo impegno civile, sociale e politico; nel 2014, decennale del ritorno del dott. Gentile alla Casa del Padre, si terrà il convegno conclusivo, nel quale si farà la sintesi di quanto costituisce l’eredità di pensiero e azione da lui lasciata alla nostra città, una eredità veramente preziosa, che non merita di essere dispersa ma esige una diffusione capillare.
Al II Convegno, che sarà introdotto dall’Arcivescovo Metropolita S.E. mons. Vincenzo Bertolone e sarà moderato dal giornalista Teobaldo Guzzo, prenderanno parte in qualità di relatori Mons. Raffaele Facciolo, Vicario Generale, (“Uomo vero”) e l’avv. Rosario Chiriano, Presidente della Sezione cittadina dell’Unione dei Giuristi Cattolici Italiani (“Percorsi di vita”); dopo le relazioni i presenti potranno inoltre ascoltare le testimonianze del dott. Antonio De Marco, dirigente della Regione Calabria (“Dalla parte degli ultimi”) e del giovane studente di Giurisprudenza Luigi Mariano Guzzo, Presidente della Sezione diocesana della FUCI (“La Carità intellettuale”) e alcuni pensieri del dott. Raffaele Gentile, proposti dal giovane studente di Giurisprudenza Sebastian Ciancio. Agli interventi degli altri membri del Comitato scientifico organizzatore e dei presenti che vorranno offrire i loro contributi di idee ed esperienze faranno quindi seguito le considerazioni conclusive di S.E. mons. Cantisani.

Guido Mauro


Comitato Scientifico Organizzatore di Studi e Ricerche:
Presidente: S.E. Mons. Antonio Cantisani, Arcivescovo emerito di Catanzaro-Squillace
Segretarie: Elisa e Maria Gentile, insegnanti
Membri:
- Mons. Prof. Raffaele Facciolo, sacerdote, Vicario Generale dell’Arcidiocesi di Catanzaro-Squillace,
Docente di Diritto Canonico all’Istituto Teologico Calabro “S. Pio X”
- Mons. Prof. Franco Milito, sacerdote dell’Arcidiocesi di Rossano-Cariati,
Docente di Storia della Chiesa Antica e di Storia della Chiesa in Calabria all’ITC “S. Pio X”
- Mons. Prof. Giuseppe Silvestre, sacerdote, Vicario Territ. dell’Arcidiocesi di Catanzaro-Squillace,
Docente di Teologia Sacramentaria all’Istituto Teologico Calabro “S. Pio X”
- Dott. Federico Bonacci, medico, Presidente di Sezione diocesana dell’AMCI
- Avv. Rosario Chiriano, avvocato, Presidente di Sezione diocesana dell’UGCI, già deputato
- Dott. Teobaldo Guzzo, giornalista, già dirigente scolastico
- Prof. Cesare Mulè, giornalista e scrittore, già insegnante e sindaco di Catanzaro,
Presidente emerito del Sindacato dei Liberi Scrittori / Calabria
- Prof. Alberto Scerbo, giurista,
Docente Ordinario di Filosofia del Diritto all’Università “Magna Graecia”.


Nessun commento:

Posta un commento